10/07/2015

Inaugurata a Maputo la camera di commercio Mozambico - Italia

Inaugurata a Maputo la camera di commercio Mozambico - Italia

in foto (da sx): Octavio Zefanias rappresentante IPEX, Salimo Abdula presidente CE-CPLP, Maria de assunçao Abdula vice presidente CCMI, Simone Santi presidente CCMI, Prakash Prehlad vice presidente CTA

Grande interesse e partecipazione del settore Oil & Gas all’evento

Maputo, 10 luglio 2015. La storica amicizia tra Italia e Mozambico e il crescente livello delle relazioni economiche tra i due Paesi si è concretizzato oggi nella nascita della Camera di Commercio Mozambico-Italia (CCMI), con il chiaro mandato di rappresentare un “Business Council” capace di rafforzare la cooperazione fra le aziende ed i settori economici dei due Paesi. L’inaugurazione della CCMI si è svolta oggi a Maputo, nella splendida cornice del rinnovato hotel Southern Sun, alla presenza di Autorità ed alcune fra le massime realtà imprenditoriali dei due Paesi.

Il Presidente della nuova CCMI, Dr. Simone Santi, ha illustrato i primi obiettivi dei prossimi mesi, dichiarandosi onorato di aver accettato l’incarico, nonostante una decisione non facile: "Intraprendo questa nuova avventura, spostando il mio impegno da un’esperienza diplomatica meravigliosa a un sostegno richiesto a gran voce dal settore privato. Il primo valore di questa CCMI è il profilo di prestigio dei miei due vicepresidenti, Sao Abdula e Nhamoto Chipande, e delle molte imprese che sono entrate e stanno aderendo all’iniziativa".

Alcune delle principali associazioni e istituzioni del Mozambico hanno sostenuto e appoggiato la nascita della CCMI, attraverso interventi nella cerimonia. La Confederazione delle Associazioni Economiche (CTA), tramite il proprio Vice-presidente, ha dato alla Camera di Commercio il “benvenuto nella sua famiglia”, mentre l’Istituto per la Promozione delle Esportazioni (IPEX) si è dichiarato pronto a una totale collaborazione con il nuovo membro della squadra. Infine il Centro per la Promozione degli Investimenti (CPI), Agenzia di Attrazione degli Investimenti, del Ministero di Industria e Commercio, ha espresso la volontà del centro di collaborare alla nascita di un osservatorio economico. Grande partecipazione alla cerimonia da parte del settore privato, a partire dal management di ENI East Africa, dall’area manager di General Electric (Nuovo Pignone), dai Country manager di Chiyoda Corporation, ENHL e Schlumberger, dal presidente di Mozabanco, oltre ai rappresentanti di Saipem, Petromoc, ENHILS ed altre importanti realtà mozambicane e italiane. “Il tessuto imprenditoriale mozambicano, come quello italiano, è composto principalmente da piccole e medie imprese.” ha aggiunto Santi “Uno dei principali obiettivi che la Camera si propone è quello di valorizzare il grande know-how e l’esperienza delle multinazionali per tradurlo in contenuto locale”. Tra le prime imprese che hanno già confermato la propria adesione alla CCMI vi sono –da parte italiana- iGruppo Leonardo, Bonatti, Faresin, e –da parte mozambicana, Intellect Holding, Gruppo Cicomo e Moz Despachos.

Simone Santi, nuovo Presidente della Camera di Commercio Mozambico – Italia, Rappresentante in Italia della CTA e della Comunità Economica dei Paesi di lingua portoghese (ce- PALOP), da anni è impegnato con il proprio Gruppo e tramite il proprio ruolo istituzionale a supporto di investimenti italiani in mercati emergenti. Ha ricoperto dal 2008 al 2015 il ruolo di Console Onorario del Mozambico a Milano e ha fondato 15 start up in Africa, oltre ad avere avviato molte partnership con imprese Italiane ed europee, supportando alcuni fra i primari gruppi italiani in iniziative di internazionalizzazione in Mozambico. Il legame con il Mozambico ha avuto avvio nel 1995, lavorando nel Paese per la CMC di Ravenna.

I due Vice Presidenti Sao Abdula e Nhamoto Shipande sono ai vertici rispettivamente di Intellect Holding e Moz Despachos.