04/05/2015

Contraffazione: Forum internazionale sulla tutela del cibo vero

Contraffazione: Forum internazionale sulla tutela del cibo vero

Parco tecnologico padano Lodi - 19 e 20 marzo 2015

Centocinquanta ospiti internazionali, dall'Europa e dal mondo, le più alte cariche delle forze dell'ordine, esponenti del governo e del parlamento. Tutti i protagonisti della lotta alla contraffazione alimentare si sono ritrovati al Parco tecnologico padano di Lodi per la due giorni del Forum internazionale sulla tutela del "cibo vero", apripista per l'Expo 2015 che ha anche dato il patrocinio.

Tre i tavoli tematici proposti ieri e anche oggi: la cooperazione tra le forze di polizia nel contrasto al cibo contraffatto; la collaborazione tra le autorità 'ex officio' dell'Unione Europea per la protezione dei prodotti Dop e Igp (secondo la clausola ex officio tutti gli Stati membri sono tenuti a contrastare eventuali contraffazioni di prodotti tutelati anche se provenienti da un altro Paese); infine la frontiera ancora poco gestita del web e l'e-commerce senza regole di prodotti senza qualità.

L’Italia è ovviamente uno dei paesi in cui la lotta alla contraffazione deve essere più ferrea. Siamo infatti il Paese con più marchi Dop, Igp e Stg (i dati del ministero delle Politiche agricole aggiornati al 25 febbraio elencano 271 prodotti) e anche quello che sta mettendo in campo più azioni di tutela. Sul mercato interno, qualche dato: nel 2014 sono stati effettuati 110mila controlli, è stata sequestrata merce per 60 milioni. Nel 2015 già 15mila controlli e 13 milioni di merce sequestrata. "La tavola italiana è la più frequentabile" ha commentato il generale a capo dei Nas Cosimo Piccinno. Diverso il tema di quello che all'estero viene venduto (e mangiato) come italiano e che di italiano ha solo l'italian sounding'.

"In vista di Expo - ha dichiarato il Ministro Maurizio Martina - rendiamo Lodi capitale della lotta alla contraffazione in campo agroalimentare a livello internazionale. Presentiamo una storia di successo del nostro Paese: il sistema di controlli italiano è infatti una delle ragioni fondamentali della grandezza del Made in Italy, come dimostra il fatto che è studiato in Europa e nel mondo proprio per la sua eccellenza. Abbiamo agito su due fronti strategici: controllo all'interno dei confini per la tutela del consumatore e dei produttori onesti; rafforzamento della protezione del Made in Italy in Europa e nel mondo. Con il Forum internazionale della tutela del cibo vero, l'Italia propone un confronto e un potenziamento degli strumenti di contrasto alle frodi che vogliamo sia una delle grandi eredità di Expo".

Related News

EXPO4BUSINESS organizza PRExpo2015 EVENT EXPO4BUSINESS organizza PRExpo2015 EVENT 01/05/2015
DISCOVER LATVIAN DESIGN. Northern European Traditions DISCOVER LATVIAN DESIGN. Northern European Traditions 03/05/2015
Global Enrepreneurship Congress 2015 Global Enrepreneurship Congress 2015 04/05/2015